Gestione delle ferite in omeopatia veterinaria

Pubblicato il 23/10/2018

Categorie: Omeopatia per Animali

Autori: Luca Pecchia

Fonte: Il Granulo

Gestione delle ferite in omeopatia veterinaria

Un aspetto clinico da non sottovalutare è la gestione delle ferite dei nostri amici animali, sia quelle derivate dalla chirurgia, sia quelle provocate da incidenti o morsi inflitti da altri animali. Nonostante la perizia nell'eseguire un atto chirurgico e l'attenzione rivolta alle medicazioni nei giorni seguenti all'evento traumatico, spesso si verificano complicazioni dovute ad infezioni o a una non corretta cicatrizzazione.

Tutto ciò non dipende solo dal fatto che i proprietari non utilizzino correttamente gli antibiotici generali o locali, o dallo scarso impiego di prodotti cicatrizzanti locali: ogni individuo ha i suoi tempi e le sue modalità di riparare le ferite, e si può verificare scarsa riparazione di un tessuto ma anche eccessiva, con il risultato di produrre cicatrici esuberanti e poco estetiche. Certo, ci stiamo occupando di cicatrice su di un cane o in gatto, ma perché rinunciare a priori ad avere un buon risultato anche estetico?

La medicina naturale ci aiuta in questo caso con una serie di prodotti omeopatici, fitoterapici o derivanti da antiche tradizioni popolari. Ad esempio: rimedi omeopatici molto utili sono Hypericum perforatum, Calendula, Achillea e Ledum palustre, che aiutano con efficacia l'organismo nei processi di guarigione. Tali medicamenti si trovano in granuli e anche in pomate e unguenti da applicare localmente. Ogni ferita, inoltre, andrebbe analizzata e modalizzata dal medico omeopata per avere quelle informazioni specifiche - per esempio, odore, colore, temperatura, aspetto - che indirizzano alla scelta di un medicamento omeopatico piuttosto che un altro.

Esistono anche altri prodotti per uso topico che utilizzano i principi attivi dell'olio di oliva, dello stesso Hypericum, del miele, dell'aloe vera e dell'estratto di lumaca. Tali sostanze agiscono modulando la risposta infiammatoria, favoriscono l'azione antibatterica, aiutano la ricostruzione dei tessuti lesi e lasciano la pelle più elastica. Negli ultimi tempi la loro efficacia è stata riscoperta e valorizzata poiché danno risultati migliori rispetto ai prodotti convenzionali, più diffusamente utilizzati, riuscendo, a volte, perfino a risolvere situazioni molto compromesse.

In sintesi: i risultati che si ottengono sono eccellenti sia come qualità sia come tempi di cicatrizzazione, come ogni omeopata veterinario può testimoniare.

Altri articoli dello stesso autore

La storia di Jack, cucciolo triste

Lo trovi in: Omeopatia per Animali

Autori: Luca Pecchia

Il caso del cucciolo mi viene riferito da colleghi che mi conoscevano come omeopata e amante della razza in particolare: possiedo anch'io una jack russell di sette anni, che porto ai raduni del club. Premesso che il jack è un …

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione