Omeopatia: le risposte alle domande più frequenti

Pubblicato il 31/03/2014

Categorie: Attualità

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

Fonte: Il Granulo

Omeopatia: le risposte alle domande più frequenti

Che significano quelle strane sigle che si leggono sulle etichette dei medicinali omeopatici dopo il nome del farmaco: per esempio Arnica montana 30CH, 200K; 6LM?
I medicinali omeopatici si preparano in tre modi:
- secondo il primo metodo ideato da Hahnemann, diluizioni centesimali = CH
- secondo il metodo ideato dal russo Korsakov, sempre con diluizioni centesimali = K
- secondo il metodo ideato da Hahnemann negli ultimi anni della sua vita professionale, detto delle diluizioni cinquanta millesimali = LM, indicate talora anche con la lettera Q

Evitando di scendere in dettagli tecnici, restiamo sul semplice.
Quando si preparano le centesimali - CH e K - ad ogni passaggio di diluizione la sostanza sarà 100 volte più diluita della precedente: la 1CH è 100 volte più diluita, per esempio della tintura madre di partenza di Arnica; la 2CH è 100 volte più diluita della 1CH e diecimila volte più diluita della tintura; la 3CH, è 100 volte più diluita della 2CH, diecimila della 3CH e un milione di volte rispetto alla tintura e così via. Da non dimenticare che a ogni passaggio di diluizione il flaconcino viene "agitato", cioè succusso e dinamizzato, con forza.

Lo stesso vale per la 1K, 2K, 3K ecc ecc. Le K sono diverse dalle CH per il metodo utilizzato. Le CH sono definite "del flacone multiplo"; le K sono definite "del flacone unico". In pratica, per le CH bisogna avere a disposizione tanti flaconcini corrispondenti alla diluizione che si vuole raggiungere: 6 flaconi per la 6CH, 30 flaconi per la 30CH e così via. Per le K, si usa sempre lo stesso flacone che, dopo essere stato scosso 100 volte, è svuotato facendo in modo che resti una sola goccia (o un millilitro) a cui si aggiungono altre 99 gocce di acqua e alcol. Procedure meccanizzate consentono di far restare proprio una sola goccia dopo lo svuotamento. Il metodo è più rapido delle CH e più economico in quanto si usa un minor numero di flaconcini.
Per quanto riguarda la LM, ad ogni successivo passaggio di diluizione, anziché uno a 100, la sostanza si trova più diluita addirittura 1 a cinquantamila!
Il perché e il come scegliere e prescrivere una CH, una K o una LM è compito del medico: tutte queste preparazioni sono efficaci.

Chi può esercitare l'omeopatia e prescrivere medicinali omeopatici? L'omeopata deve essere medico?
Sì, obbligatoriamente. Per la legge italiana solo un medico laureato e abilitato (cioè che ha superato l'esame di Stato per l'abilitazione) e iscritto all'Ordine dei Medici può prescrivere medicinali omeopatici. Chiunque altro, non medico, prescriva medicinali omeopatici commette un reato di esercizio abusivo della professione medica (Sentenza del 6 settembre 2007, n. 34200, Suprema Corte di Cassazione - Sezione VI Penale).

Ovviamente è molto meglio che il medico - laureato, abilitato e iscritto all'Ordine - abbia frequentato una Scuola di Omeopatia accreditata. Chi lo ha fatto e possiede il relativo attestato può iscriversi agli appositi Registri dei Medici Omeopati presso gli Ordini dei Medici delle singole province italiane. Questi Registri sono consultabili online da ogni cittadino. Inoltre, collegandosi al sito della FIAMO www.fiamo.it, si può trovare un elenco di medici omeopati, soci della Federazione.

È vero che gli omeopati non studiano la "medicina moderna", non si aggiornano, non visitano i pazienti, non prescrivono esami di laboratorio, ecografie, TAC, Risonanza magnetica, ecc?

Giriamo la domanda a due illustri medicichirurghi omeopati (da P. Schmidt - Quaderni di Omeopatia - vol.5, pag. 108 - Società Omeopatica Edizioni, Perugia 1994)

Elizabeth Wright-Hubbard (1896- 1967) - "Essere medico omeopata comporta due precisi doveri: 1) per prima cosa che egli abbia completato i suoi studi universitari, seguendo l'insegnamento e la disciplina della Medicina moderna più rigorosa, in modo da avere le carte in regola per divenire un ottimo medico; 2) deve aggiungere a tutte le conoscenze mediche già in precedenza acquisite, uno studio approfondito della Medicina omeopatica, che comprenda la terapeutica secondo la legge dei simili, il concetto d'individualizzazione, lo studio delle sperimentazioni dei medicamenti omeopatici, la prescrizione di un solo medicamento, la conoscenza del metodo di somministrazione dei medicamenti omeopatici, la somministrazione della dose minima utile, la conoscenza profonda delle malattie croniche (nel lessico omeopatico indicate con il termine miasmi - NdR), la prevenzione delle malattie con il loro trattamento nello stadio funzionale, il rifiuto di qualsiasi soppressione, la ricerca di una profilassi per migliorare la salute pubblica, la necessità di rimuovere tutto ciò che possa ostacolare una guarigione effettiva".

Pierre Schmidt (1894-1987) - "Abbiamo il dovere di essere medici allopatici più che preparati, se è possibile in possesso di una specializzazione in campo medico tradizionale. Solo quando si conosce profondamente l'allopatia, le sue possibilità, i suoi limiti, quando lo spirito critico del medico si è evoluto e affinato, solo allora si è pronti ad intraprendere seriamente lo studio dell'omeopatia".

Altri articoli dello stesso autore

Ormesi: uno studio spiega la modalità d'azione dell'Omeopatia

Lo trovi in: Ricerca Omeopatica

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

Dopo aver dimostrato come alcune nanoparticelle (NP) dei metalli di partenza si trovino inequivocabilmente in tutte le diluizioni omeopatiche, i ricercatori Jayesh R. Bellare, Prashant S Chikramane et al. dell'Indian Institute of…

È chimica: svelato il meccanismo dei farmaci omeopatici

Lo trovi in: Attualità

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

Così come quello dei farmaci comuni, anche il meccanismo dei farmaci omeopatici si basa su interazioni chimiche. A provarlo sono ora due esperti internazionali: Jayesh Bellare professore di ingegneria chimica dell'Indian …

Omeopatia e cancro della mammella. In Toscana l'oncologia è sempre più integrata

Lo trovi in: Attualità

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

La Toscana si conferma all'avanguardia sul fronte della medicina integrata. Con il Decreto n. 3823 del 19.03.2019 ha infatti approvato il Percorso diagnostico terapeutico e assistenziale (PDTA) del tumore della mammella che…

14 e 21 maggio 2019: I martedì dell'Omeopatia (Torino)

Lo trovi in: Eventi di Omeopatia

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

Il Dr. Paolo Greco e i Medici della Scuola Italiana per lo Studio e la Divulgazione dell’Omeopatia Hahnemanniana (S.I.S.D.O.H.) organizzano due incontri nelle giornate di martedì 14 maggio e martedì 21 maggio, alle ore 20.45. 14 …

5 ottobre 2019: Presentazione Corso triennale di Medicina Omeopatica Hahnemanniana (Torino)

Lo trovi in: Eventi di Omeopatia

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

La Scuola Italiana per lo Studio e la Divulgazione dell’Omeopatia Hahnemanniana (S.I.S.D.O.H.) organizza per i Medici e gli Studenti del 5° anno di Università un Corso triennale di Medicina Omeopatica Hahnemanniana (Anno Acc…

Il 17% degli italiani si cura con l'Omeopatia

Lo trovi in: Attualità

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

Oltre l'80% degli italiani conosce la Medicina Omeopatica e a farne uso è il 17% della popolazione. Ciò significa che quasi 9 milioni di italiani utilizza farmaci omeopatici e lo fa almeno una volta all'anno. Con la diffusione d…

8 giugno 2019: Metodologia Clinica Omeopatica (Roma)

Lo trovi in: Eventi di Omeopatia

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

Si terrà a Roma sabato 8 giugno 2019 dalle ore 9.30 alle 19.00 il Seminario Internazionale di Medicina Omeopatica dal titolo "Metodologia Clinica Omeopatica". Relatore: Dr. Renzo Galassi. Il seminario fornisce 9 crediti ECM ed è r…

25-28 settembre 2019: 74 LMHI Congresso Mondiale Omeopatico (Sorrento, NA)

Lo trovi in: Eventi di Omeopatia

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

Il 74° Congresso Mondiale Omeopatico della L.M.H.I. (Liga Medicorum Homoeopathica Internationalis) "La Medicina del futuro dal cuore antico" si terrà a Sorrento (Napoli) da mercoledì 25 settembre (ore 8.00) a sabato 28 se…

Omeopatia e dentizione primaria: nuovo studio pilota indiano

Lo trovi in: Ricerca Omeopatica

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

Alcuni Autori del Central Council for Research in Homoeopathy in India hanno evidenziato (in un articolo apparso sulla rivista Homeopathy) come, durante la dentizione primaria, i bambini mediamente soffrano di raffreddore, febbre…

Morto a 94 anni Dr. Eugenio Federico Candegabe

Lo trovi in: Attualità

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

Sabato 23 Marzo è mancato il Dr. Eugenio Federico Candegabe, grande Medico Omeopata argentino. Nel 1971 insieme a Paschero aveva fondato l’Escuela Médica Homeopática Argentina (EMHA), uno dei centri di formazione omeopatici più …

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione