Omeopatia veterinaria a Teramo

Pubblicato il 28/02/2013

Categorie: Eventi di Omeopatia

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

Fonte: FNOVI

Omeopatia veterinaria a Teramo

L'omeopatia veterinaria può contribuire a contenere gli effetti secondari derivanti dalle cure farmacologiche degli animali domestici

Il 21 e 22 febbraio si è svolto presso la Facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università di Teramo il Convegno sul Medicinale Omeopatico e Omeopatia Veterinaria.

L'evento aperto ai veterinari, medici, farmacisti e agli studenti della Facoltà ha inteso analizzare la situazione attuale e le relative problematiche rispetto alla legislazione sanitaria, alla ricerca scientifica e alla formazione professionale di questo particolare contesto della professione veterinaria.

L'iniziativa che si è svolta nel contesto della Scuola di Specializzazione in Sanità Animale, Allevamento e Produzioni Animali, è stata resa possibile grazie alla Dr.ssa Maria Majer e al Prof. Michele Amorena, responsabili della Ricerca in Scienza degli Alimenti per quanto attiene le Medicine Alternative e Complementari negli allevamenti Biologici presso l'Ateneo di Teramo.

I lavori sono stati aperti dalla Dr.ssa D'Angelo quale responsabile dell'area veterinaria della Ce.M.O.N, illustrando le caratteristiche fondamentali del medicinale omeopatico necessarie alla comprensione del loro utilizzo e del ruolo che svolgono nel contesto della sanità animale.

Gli Interventi della Dr.ssa Majer e della Dr.ssa Callieri, coordinatrice del dipartimento farmaceutico della F.I.A.M.O (Federazione Italiana Associazioni e Medici Omeopati), hanno affrontato le problematiche inerenti la ricerca scientifica per quanto attiene all'omeopatia, mentre il Gruppo di Lavoro del Farmaco F.N.O.V.I, rappresentato dal Dott. A. Battigelli, ha esaminato la situazione legislativa attuale in ambito veterinario del medicinale omeopatico.

Sono così emerse le problematiche connesse a una ricerca scientifica carente e inadeguata al paradigma da valutare, così come la regolamentazione normativa che non tiene conto delle reali caratteristiche dei prodotti omeopatici, delle implicazioni rispetto alla sicurezza, alla farmacovigilanza, alle reali prospettive di sviluppo e sostenibilità di un settore produttivo e professionale che risente fortemente della crisi economica e delle esigenze sanitarie emergenti. La farmacoresistenza, i residui di farmaci nei prodotti di origine animale e l'impatto ambientale sono problematiche sanitarie che coinvolgono anche l'omeopatia veterinaria la quale può contribuire, nel contesto generale, a contenere gli effetti secondari derivanti dalle cure farmacologiche degli animali domestici. Per questo sono necessari un sostegno e una regolamentazione coerente alle reali esigenze della professione e di tutto l'indotto produttivo.

La zootecnia biologica è un settore in crescita che richiede competenze specifiche le quali trovano la loro naturale identità nella professione veterinaria. Come sottolineato dal Dott. P.Venezia, tecnico FederBio e responsabile del Dipartimento di Zootecnia Biologica della S.I.O.V (Società Italiana di Omeopatia Veterinaria), uno dei problemi è proprio la carenza di competenze specifiche nell'ambito delle medicine alternative. Queste sono indicate dai regolamenti per le produzioni biologiche quali cure preferenziali ma in realtà la loro applicazione è resa problematica e poco valorizzata per la carenza di omeopati esperti in un settore emergente che vede coinvolta la professionalità veterinaria. La stessa regolamentazione delle produzioni zootecniche biologiche prevede un largo utilizzo delle deroghe e di farmaci residuali se pur con tempi di attesa raddoppiati.

Il ruolo dell'omeopatia nella relazione tra uomo e animale nel contesto della salute e i problemi relativi alla formazione sono stati i temi affrontati dal Dott. Cascioli, in collaborazione con la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università di Chieti e Pescara, e dal Dott. Bettio in qualità di vice presidente S.I.O.V, che hanno delineato le esigenze e le motivazioni di un percorso formativo serio e rigoroso per l' integrazione plausibile dei saperi in medicina veterinaria e coerente alle attuali esigenze deontologiche della professione.

Nell'ambito della seconda giornata sono stati descritti gli approcci metodologici dell'omeopatia unicista e dell'omotossicologia attraverso le esperienze della pratica clinica dei relatori nell'ambito delle rispettive competenze: omeopatia nella patologia dei piccoli animali (Dott. Bettio), omeopatia in ippiatria (Dott. Battigelli), omeopatia nell'allevamento zootecnico (Dott. Venezia), omotossicologia veterinaria e omoagopuntura (Dott. Cascioli).

L'evento ha permesso di fornire informazioni in riferimento ai ruoli di sanità pubblica con particolare attenzione alla farmacovigilanza, sicurezza alimentare, impatto ambientale e al benessere animale , non che alle potenzialità professionali per gli studenti e professionisti interessati a integrare le proprie conoscenze in settori ancora poco esplorati ma con prospettive di sviluppo sia nella clinica applicata che nella ricerca scientifica.

Altri articoli dello stesso autore

Così l'Omeopatia accompagna la vita delle donne

Lo trovi in: Attualità

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

Praticare la medicina convenzionale integrandola con altre terapie come l'Omeopatia significa avere un'arma in più per poter offrire alle persone le terapie migliori, senza effetti collaterali. Sono tante, infatti, le donne - …

Menopausa: uno studio conferma l'efficacia dell'Omeopatia

Lo trovi in: Attualità

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

L'Omeopatia è utile nel trattamento dei disturbi legati alla menopausa. A confermarlo è una ricerca italiana condotta presso la Clinica Omeopatica della Cittadella della Salute di Lucca e coordinata dalla Dottoressa M…

12-13 ottobre e 23-24 novembre: Le droghe in Omeopatia (Milano)

Lo trovi in: Eventi di Omeopatia

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

Il Centro Studi "La Ruota" di Milano organizza nei week-end del 12-13 ottobre e 23-24 novembre due seminari di Metodologia Clinica Omeopatica dal titolo: "Le droghe in Omeopatia: il limite e la difficoltà dell'incarnazione". In …

L'Omeopatia ha il patrocinio del Principe Carlo

Lo trovi in: Attualità

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

Il principe Carlo ha deciso di patrocinare la Foh (Faculty of Homeopathy), organizzazione professionale britannica che regola e promuove l'omeopatia. "È un enorme onore per noi ricevere il Patrocinio di Sua Altezza Reale Il …

Ormesi: uno studio spiega la modalità d'azione dell'Omeopatia

Lo trovi in: Ricerca Omeopatica

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

Dopo aver dimostrato come alcune nanoparticelle (NP) dei metalli di partenza si trovino inequivocabilmente in tutte le diluizioni omeopatiche, i ricercatori Jayesh R. Bellare, Prashant S Chikramane et al. dell'Indian Institute of…

È chimica: svelato il meccanismo dei farmaci omeopatici

Lo trovi in: Attualità

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

Così come quello dei farmaci comuni, anche il meccanismo dei farmaci omeopatici si basa su interazioni chimiche. A provarlo sono ora due esperti internazionali: Jayesh Bellare professore di ingegneria chimica dell'Indian …

Omeopatia e cancro della mammella. In Toscana l'oncologia è sempre più integrata

Lo trovi in: Attualità

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

La Toscana si conferma all'avanguardia sul fronte della medicina integrata. Con il Decreto n. 3823 del 19.03.2019 ha infatti approvato il Percorso diagnostico terapeutico e assistenziale (PDTA) del tumore della mammella che…

14 e 21 maggio 2019: I martedì dell'Omeopatia (Torino)

Lo trovi in: Eventi di Omeopatia

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

Il Dr. Paolo Greco e i Medici della Scuola Italiana per lo Studio e la Divulgazione dell’Omeopatia Hahnemanniana (S.I.S.D.O.H.) organizzano due incontri nelle giornate di martedì 14 maggio e martedì 21 maggio, alle ore 20.45. 14 …

5 ottobre 2019: Presentazione Corso triennale di Medicina Omeopatica Hahnemanniana (Torino)

Lo trovi in: Eventi di Omeopatia

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

La Scuola Italiana per lo Studio e la Divulgazione dell’Omeopatia Hahnemanniana (S.I.S.D.O.H.) organizza per i Medici e gli Studenti del 5° anno di Università un Corso triennale di Medicina Omeopatica Hahnemanniana (Anno Acc…

Il 17% degli italiani si cura con l'Omeopatia

Lo trovi in: Attualità

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

Oltre l'80% degli italiani conosce la Medicina Omeopatica e a farne uso è il 17% della popolazione. Ciò significa che quasi 9 milioni di italiani utilizza farmaci omeopatici e lo fa almeno una volta all'anno. Con la diffusione d…

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione