Il cammino di guarigione prodotto da Apis mellifica - Un caso clinico omeopatico

Pubblicato il 11/07/2018

Categorie: Casi Clinici

Autori: Salvatore Coco

Il cammino di guarigione prodotto da Apis mellifica - Un caso clinico omeopatico

L'organizzazione Mondiale della Sanità considera giustamente lo stato di salute uno stato di benessere fisico, mentale e sociale. Se è facile capire cosa vuol dire uno stato di benessere fisico e mentale, è altrettanto facile equivocare il significato di benessere sociale, che è facilemnte confuso con uno stato di agiatezza economica e non con un modo di essere bene come uomo sociale.

Il cammino di guarigione implica per l'uomo il recupero del proprio valore come persona fisica e mentale, ma anche il recupero dell'istinto sociale. Col seguente caso clinico cercherò di mostrarne la realizzazione pratica.

Uomo di 45 anni, impiegato bancario.

Consulta per ulcera duodenale con dolori retrosernali, difficoltà respiratoria, bruciori epigastrici e bocca amara. E per orticaria bollosa nei punti di contatto, che gli impedisce di dormire per le bolle e il prurito.

Il padre, che è morto, era di carattere calmo e tranquillo e per tutta la sua vita soffrì di ulcera duodenale. Il paziente aveva un buon rapporto col padre, anche se non lo vedeva quasi mai perché assente per lavoro. La madre soffriva pure di iperacidità e con lei ha sempre avuto poca comunicazione. Ha sette fratelli e sorelle. La maggiore è stata per lui la vera madre, ma non ha avuto rapporti di amicizia con i fratelli, di cui ignora anche le eventuali sofferenze.

Non ricorda molto della sua infanzia, tranne un'ustione al viso a sette anni e nello stesso periodo una grande paura per essere stato assalito da un cane. Dall'età di 10 anni fino ai 17 va in seminario con l'intezione di diventare sacerdote. Lascia il seminario a 17 anni perché, avendo molto impulsi sessuali che lo portavano a masturbazioni ripetute, sentiva questo in contrasto con la vita da religioso. A 17 anni inizia un fidanzamento che dura un anno e poi, quando la ragazza lo lascia, comincia ad avere disturbi gastrici con un forte senso di costrizione. Nello stesso anno viene anche operato di tonsillectomia per ripetute tonsilliti.

Da questo periodo cominciano i disturbi gastrici e cutanei, che sono andati peggiorando fino a rendergli la vita impossibile. Un netto peggioramento dei disturbi si è avuto dopo una rapina nella banca in cui lavora. Presenta paura dei ladri e dei buio. Attualmente è sposato con due figli, dice  che il rapporto va benino, ma ha molti momenti di indiffernza verso figli e moglie. Ama l'estate e gli da fastidio il freddo ed il vento. Preferisce pesce e dolci. Ama la birra gelata e le bevande ghiacciate che gli danno una momentanea sensazione di benessere.

In base ai sintomi:

- indifferenza verso i figli e la moglie
- paura del buio
- paura dei ladri
- desiderio di pesce
- desiderio di bevande gelate che danno miglioramento

Prescrivo PHOSPHORUS 0/6LM, in più dosi ripetute in plus e contemporaneamente viene gradualmente sospesa la terapia antiulcerosa, sedativa e antiallergica.

Dopo un mese

Nonostante il superamento delle sue paure e la scomparsa delle sue paure e la scomparsa della sua indifferenza, la sintomatologia di quest'uomo peggiora nettamente. Non riesce a dormire per le eruzioni bollose cutanee con prurito, che scompaiono alzandosi dal letto il mattino. Rigurgiti, eruttazioni, dolori retrosternali, nausee con senso di svenimento. Dolore bruciante allo stomaco che migliora con bevande fredde. Ulteriori dosi di PHOSPHORUS 0/30LM non danno nessun apprezzabile cambiamento. Nella vita familiare ora sente affetto e amore verso moglie e figli, ma non vive molto tempo con loro perché è sommerso dagli impegni di lavoro ed artistici (teatro e musica), che lo tengono continuamente occupato.

In base ai sintomi rimasti (escludendo i sintomi gastrici che sembrano portare a Phosphorus):
- indaffarato (busy)
- orticaria la notte

Viene prescritta APIS MELLIFICA 200K.

Il giorno dopo comincia un aggravamento psico fisico spaventoso, con stato confusionale, assenza mentale, impossibilità a prendere sonno per aggravamento delle bolle e del prurito cutaneo, febbre, dolori agli arti, impossibilità ad assumere il benchè minimo alimento per i dolori gastrici e la diarrea, herpes labialis.

Dopo due giorni ricomincia a dormire e poi progressivamente migliora tutta la sintomatologia fin quasi alla scomparsa. Dopo un mese, per la persistenza di alcune eruzioni notturne, viene prescritta una dose di APIS MELLIFICA MK, che porta alla risoluzione completa del malessere, senza aggravamento. Nel frattempo anchela vita di quest'uomo è cambiata: si è accorto che la moglie e i figli hanno bisogno anche della sua presenza e, nonostante i suoi impegni, trova giornalemnte uno spazio di tempo da condividere con loro. Inoltre ha ripreso i contatti con alcuni dei suoi fratelli e sorelle che non vedeva da molto tempo, trascorrendo con loro l'ultima festività.

Dopo un anno quest'uomo dorme bene, digerisce e mangia di tutto e non ha più eruzioni cutanee.

Prodotti Consigliati

Conoscersi, curarsi, guarire

Lo trovi anche in: Filosofia Omeopatica

Pagine: 224, Formato: 15x21, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Anima Edizioni
Prezzo 15,20 € invece di 16,00 € Sconto 5%
Disponibilità Immediata. Pronto per la spedizione

 
Un ponte tra Medicina Ufficiale e Medicina Omeopatica

Lo trovi anche in: Filosofia Omeopatica Storia dell'Omeopatia

Pagine: 90, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Salus Infirmorum
Prezzo 5,50 € invece di 10,00 € Sconto 45%
Disponibilità Immediata. Pronto per la spedizione

 

Altri articoli dello stesso autore

Omeopatia ed Epatite C. Studio retrospettivo di 16 casi clinici

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Salvatore Coco

L'Epatite C, che in passato veniva chiamata Epatite non-A non- B, è oggi la forma di epatite virale che più danneggia il fegato, compromettendone a volte le funzioni vitali. Nella maggior parte dei casi la malattia è as…

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione