E' ufficiale: l'Omeopatia entra nel prontuario farmaceutico

Pubblicato il 27/10/2017

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

E' ufficiale: l'Omeopatia entra nel prontuario farmaceutico

L'Omeopatia entra ufficialmente nel prontuario farmaceutico. Stanno infatti arrivando dall'AIFA le prime autorizzazioni come farmaci per i 'rimedi omeopatici', che fino ad oggi non hanno avuto lo status di medicinali. Sono oltre 3.000 i codici di Autorizzazione all'Immissione in Commercio (AIC) richiesti. Si tratta di una vera rivoluzione per le aziende omeopatiche.

"Le aziende hanno dovuto sostenere onerosi investimenti per adeguarsi alle richieste di Aifa - ha spiegato il Presidente di Omeoimprese Giovanni Gorga - e da gennaio 2019 tutti i medicinali omeopatici in commercio avranno ottenuto l'AIC, proprio come avviene per i farmaci allopatici. Vi sono, però, sostanziali differenze, che rischiano di mettere in ginocchio il settore". "Pensare di trattare l'omeopatia alla stessa stregua della medicina tradizionale - precisa Gorga - implica un errore di valutazione. Le aziende omeopatiche, infatti, hanno dimensioni inferiori rispetto alle aziende farmaceutiche e non possono permettersi di affrontare gli stessi costi di registrazione".

"Il decreto Tariffe del ministro Lorenzin dello scorso febbraio 2016 stabilisce importi tariffari assolutamente improponibili - continua Gorga - Si tratta di cifre insostenibili per un settore che comunque non può né vuole pensare di competere con le big pharma. Una mossa, l'ennesima purtroppo, che va a penalizzare l'industria nazionale, lasciando invece carta bianca alle aziende straniere che, in Europa, sottostanno a regole e condizioni economiche meno stringenti. Le tariffe legate alla registrazione dei medicinali omeopatici e ad altre procedure, come ad esempio la variazione di un componente all'interno del farmaco, non possono essere le stesse che si applicano ai medicinali tradizionali".

Se a un prodotto che mediamente fattura 10-20 mila euro all'anno - esemplifica Omeoimprese - viene chiesto di sostenere un importo tariffario quantificabile in migliaia di euro per una 'variazione' di composizione o di tipo amministrativo, "è evidente che l'azienda alla lunga non riuscirà più a sostenere questi costi. La conseguenza sarà il ritiro del farmaco dal commercio, chiusura della produzione e perdita di posti di lavoro", spiega l'associazione.

"Siamo felici che anche l'Aifa e il Ministero abbiamo riconosciuto a tutti gli effetti il valore dell'Omeopatia rispetto alla medicina tradizionale - precisa Gorga - ma occorre che ogni settore venga considerato in base alle singole peculiarità. In Italia sono oltre 8 milioni le persone che si rivolgono all'Omeopatia e, se non troveranno medicine italiane in vendita, compreranno preparati stranieri. Il settore in Italia morirà a favore delle aziende estere che hanno obblighi e costi inferiori da sostenere".

Per i prossimi mesi Omeoimprese si pone dunque l'obiettivo di lavorare con le Istituzioni per rivedere il decreto Tariffe, in particolare per gli importi che riguardano i medicinali attualmente in commercio e che sono oggetto di regolamentazione.

Altri articoli dello stesso autore

16-17-18 Marzo 2018: Omeopatia tra scienza e pratica clinica (Torino)

Lo trovi in: Eventi di Omeopatia

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

La Federazione Italiana Associazioni e Medici Omeopatici (FIAMO) organizza il XVI Congresso Nazionale che si terrà a Torino nei giorni 16-17-18 Marzo 2018 dal titolo "Omeopatia tra scienza e pratica clinica". Il congresso si …

Boiron: L'Omeopatia è efficace e crescerà da sola

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

Le cure omeopatiche sono efficaci quanto quelle convenzionali. È quanto suggeriscono i risultati di EPI3, il più importante studio farmaco-epidemiologico mai realizzato nel campo della medicina generale in Francia, le cui c…

Corso di Omeopatia per Farmacisti base e avanzato (Treviso)

Lo trovi in: Eventi di Omeopatia

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

Sono aperte le iscrizioni per il corso di Omeopatia (base e avanzato) rivolto ai Farmacisti per l'anno 2018. Il corso è organizzato dalla LUIMO (Associazione per la Libera Università Internazionale di Medicina Omeopatica) e s…

Ampio studio farmaco-epidemiologico conferma efficacia di Omeopatia

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

Si tratta del più grande e più importante studio farmaco-epidemiologico mai realizzato nel campo della medicina generale in Francia. L'analisi è stata condotta da un team di ricercatori indipendente che per la durata di 7 anni ha…

Omeopatia, omeoimprese: "Decreto tariffe da rivedere con la legge di bilancio. Il ministro Lorenzin non affossi il settore"

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

Con la consegna dei dossier di registrazione all'Agenzia Italiana del Farmaco, gli omeopatici sono diventati farmaci. Questo non significa però che il medicinale omeopatico debba essere considerato alla stessa stregua …

18 ottobre 2017: dibattito pubblico su Omeopatia e obesità (Napoli)

Lo trovi in: Eventi di Omeopatia

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

Si parlerà di "Omeopatia e obesità" mercoledì 18 ottobre, dalle ore 16, all'Istituto di Cultura Meridionale di Napoli. Ad organizzare l'incontro è l'Associazione dei Pazienti Omeopatici - A.P.O. Italia con il contributo di Ome…

2-3 dicembre 2017: funghi in Medicina Omeopatica (Bologna)

Lo trovi in: Eventi di Omeopatia

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

"Dalla letteratura classica alle acquisizioni recentissime di alcuni rimedi presentati in anteprima internazionale" Quando: 2-3 dicembre 2017Dove: Eco Hotel Continental - Zola Predosa - Bologna In questo incontro tenuto…

Luca non è stato ucciso dall'omeopatia: assolti i genitori

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

Sono stati assolti dal Tribunale di Lecce perché "il fatto non sussiste" i genitori di Luca, il piccolo morto a 4 anni il 20 ottobre 2011 a Tricase, in provincia di Lecce. La causa ultima della morte fu una broncopolmonite …

Farmaci e visite omeopatiche: ecco come detrarre le spese

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

Anche le visite ed i farmaci omeopatici possono essere detratti dalla dichiarazione dei redditi. Il decreto legislativo 219 del 2006 considera i farmaci omeopatici come medicinali a tutti gli effetti e pertanto è possibile …

Omeopatia: la situazione inglese e quella italiana

Autori: Redazione di LibriOmeopatia.it

Nei mesi scorsi è circolata su molti media italiani una notizia non corrispondente alla realtà, ovvero che l'Inghilterra ha eliminato dal servizio sanitario nazionale i rimedi omeopatici perché ritenuti inefficaci. In realtà, il …

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione