Il trattamento omeopatico dell'atassia nel cane

Pubblicato il 23/08/2021

Categorie: Omeopatia per Animali

Autori: Mauro Dodesini

Fonte: Il Medico Omeopata - Rivista

Il trattamento omeopatico dell'atassia nel cane

Le patologie neurologiche si presentano con un quadro poliedrico progressivo talvolta ad esordio acuto. Esistono alcune razze di cani come il Golden Retriever nel quale è riconosciuta una causa genetica legata alla polineuropatia che può colpire il cane anche in giovane età. Queste forme neurologiche richiedono un approccio clinico che prevede protocolli diagnostici talvolta lunghi ed impegnativi che si concludono con la diagnosi istomorfologica del tessuto muscolare e del nervo periferico attraverso un esame bioptico. Talvolta questi pazienti vengono portati nei nostri ambulatori dopo lunghi percorsi terapeutici intrapresi a base FANS o corticosteroidi, da qui l’esigenza da parte del proprietario di trovare percorsi terapeutici naturali meno aggressivi.

MATERIALI E METODI

Viene presentato il caso di Paco, un cane la cui anamnesi riporta un quadro di neuropatia assonale multifocale oltre a displasia delle anche di grado E e spondiloartrosi. L’esordio del deficit neurologico è caratterizzato da quadri progressivi di ipotrofia muscolare, paresi, zoppia o fenomeni parestetici a carico di differenti distretti del corpo in funzione della componente coinvolta, che può interessare il quadrante di un unico nervo oppure più nervi attigui. La polineuropatia è caratterizzata da debolezza generale sino a paresi o plegia che evolve nel giro di 24-48 ore. Paco è un Golden Retriever maschio che ha presentato all’età di 6 mesi un problema di paraplegia esordita prima al treno posteriore e poi progressivamente ha coinvolto il treno anteriore provocando una paralisi completa: il proprietario racconta che il cane muoveva solo gli occhi. Sottoposto ad accertamenti siero-diagnostici che hanno escluso l’insorgenza di patologie quali: Toxoplasma gondii, Neospora caninum, Erlichia canis, Richettsia conorii, Leptospira, Leihmania infantum, si è proceduto, secondo protocollo diagnostico, ad una biopsia del muscolo bicipite femorale e del nervo peroneo che hanno permesso di formulare la diagnosi definitiva: neuropatia assonale attiva multifocale con marcata atrofia muscolare neurogena.

Sottoposto a terapia con Deltacortene® (prednisolone) e Ranidil® (ranitidina) Paco si riprende gradualmente dal suo deficit motorio in circa 6 mesi; successivamente viene trattato con cicli di FANS (antinfiammatori non steroidei) per il problema della displasia delle anche responsabili delle difficoltà deambulatorie e della debolezza manifestata a carico delle zampe posteriori. Alla fine viene consigliato un intervento chirurgico protesico. Il proprietario preferisce affidarsi alla medicina omeopatica.

PRIMA VISITA – 15 Settembre 2014

Paco ha l’età di 7 anni ed un mese. In studio appare solare e piuttosto agitato, si lascia fare le radiografie di controllo che accertano la displasia delle anche e spondilosi lombare di 4° grado e toracica di 3° grado oltre che displasia della spalla dx. Al momento presenta un problema alla zampa posteriore dx che tiene contratta e sotto di sé con zoppia a freddo che migliora camminando; quando si alza manifesta debolezza a carico delle zampe posteriori, guaisce all’estensione manuale della zampa post dx, il proprietario dichiara che ha difficoltà a scendere le scale. Viene descritto come un cane affettuoso, ma distaccato alla presenza di consimili, desidera coccole e contatto fisico, cerca la compagnia. Quando paralizzato la notte guaiva fino a quando qualche famigliare non stava accanto a lui. Piuttosto geloso quando il proprietario è con la figlia, di fronte a discussioni tende ad isolarsi. Ama stare sdraiato al sole, ed uscire anche con la pioggia. Preferisce bere dalla ciotola dopo la passeggiata, ama la carne. Si prendono in esame alcuni aspetti caratteriali e le modalità generali.

Prescrizione Omeopatica

ARGENTUM PHOSPHORICUM (Arg-p) 1 LM SID per 14 gg

DUE SETTIMANE DOPO

Sempre piuttosto indifferente nell’area cani con altri consimili, in studio sempre molto affettuoso, migliora l’andatura, ieri leggera zoppia post dx, altrimenti cammina benissimo. Arg- phos 3 LM SID per 14 gg

QUATTRO SETTIMANE DOPO

Sereno e gioviale, andatura più potente, addirittura salta spontaneamente il muretto di 60 cm di fronte allo studio, alla manipolazione dell’anca dx si lamenta ancora. Arg-phos 3 LM BID per 14 gg.

SEI SETTIMANE DOPO

Allegro ed affettuoso, non sta fermo un attimo, movimento più sciolto, scomparse le contrazioni alla zampa post dx, manto lucido e folto, articolazione anca in estensione ancora dolente. Arg-phos 5 LM SID per 14 gg

OTTO SETTIMANE DOPO

Tremori dei muscoli arti posteriori solo dopo lunga passeggiata, muscolatura più potente, scompare la dolorabilità alla estensione zampa posteriore dx.

DIECI SETTIMANE DOPO

Il proprietario ci riferisce che Paco non ama che il proprietario gli tocchi le zampe posteriori, si infastidisce. Arg-phos 7 LM SID per 14 gg

TRE MESI DOPO

Tremolio zampa post dx anche quando sdraiato, andatura buona, non zoppica ormai più da tempo, buona estensione anche dei gomiti. Arg-phos 8 LM SID per 14 gg

QUATTRO MESI DOPO

Alto livello energetico, curioso, attivo, sale le scale senza affaticarsi. Arg-phos 9 LM

La situazione tende a migliorare progressivamente tanto che continua ad assumere il rimedio a potenza crescente fino a quando Paco manifesta gradatamente un problema al post sx con difficoltà ad alzarsi e tremolio che coinvolge anche la zampa post dx. La situazione non sembra destinata a migliorare dopo ripetute somministrazioni del rimedio Argentum-phos a diluizioni crescenti e si decide di rivalutare il quadro generale che porta alla somministrazione, dopo 12 mesi dalla prima visita, di un altro sale: ZINCUM PHOSPHORICUM (Zinc-p) 1 LM

10 MAGGIO 2016

Età 8 anni e 10 mesi. La sua andatura comincia a migliorare sin da subito, ricomincia la capacità di saltare i muretti, sparisce la difficoltà alla stazione quadrupedale, migliora la tonicità muscolare. La prescrizione del rimedio Zinc-p a diluizione crescente consente un recupero funzionale rapido e corregge la difficoltà di Paco ad alzarsi con le zampe posteriori, la situazione tende a normalizzarsi. Attualmente Paco sta assumendo Zinc-p 21 LM (Agosto 2017), riesce a salire a due a due gli scalini di casa, anche se permane un leggero tremolio alle zampe posteriori quale unico esito di una patologia neurologica che ha lasciato tracce indelebili.

DISCUSSIONE

Nella pratica abbiamo visto come sia importante valutare attentamente ogni piccolo segnale o sintomo nuovo che emerge che ci può guidare ad una soluzione terapeutica diversa, magari non troppo lontana dalla precedente. Paco è da considerarsi un paziente fosforico da un punto di vista costituzionale pertanto nel corso del tempo si è deciso di modulare la prescrizione del rimedio passando ad un altro sale phosphorico. Le condizioni cliniche e generali hanno permesso di riesaminare il caso a distanza di oltre un anno dalla precedente prescrizione a causa dell’evoluzione del problema neurologico di Paco che faticava ad alzarsi con le zampe posteriori. Entrambi i rimedi phosphorici hanno esercitato nel tempo un’azione benefica sia a livello osteoarticolare che sul piano neurologico oltre che generale, ma la scelta finale è stata dettata dalla massima similitudine possibile. Paco risulta un cane piuttosto agitato nel complesso, frizzante, molto attivo e con una grande voglia di vivere; la nuova prescrizione ha consentito di ottenere un risultato rapido ed ha favorito un recupero funzionale del deficit motorio senza attendere oltre, i benefici sono stati pressochè immediati e tuttora duraturi.

CONCLUSIONE

Affrontare una patologia cronico degenerativa come quella illustrata non è affatto semplice, tenuto conto delle implicazioni cliniche che comporta anche a seguito dell’età anagrafica. Queste neuropatie sono piuttosto subdole dal momento che impegnano la fibra nervosa e la guanina mielinica esterna e possono interessate singoli nervi (mononeuropatie) o fasci di nervi (polineuropatie) con effetti che si ripercuotono a carico di settori corporei più o meno ampi con deficit notevoli. Le cause eziologiche vengono classificate in metaboliche, paraneoplastiche o idiopatiche mentre in alcune razze di cani, come sottolineato, la componente genetica sembra dimostrata, ma non si escludono cause autoimmunitarie. Il rischio, oltre alla comparsa di eventuali recidive, è legato al deficit motorio di settori diversi che può rappresentare un’ulteriore complicanza per il Medico Veterinario con coinvolgimento diretto sulla funzionalità di veri e propri apparati come quello respiratorio. Con questo caso abbiamo dimostrato come sia possibile, attraverso la raccolta dei sintomi oggettivi e delle modalità, puntare alla ricerca del rimedio costituzionale di fondo che ha offerto nel caso di Paco una sostanziale possibilità di recupero rapido e costruttivo garantendo un benessere psicofisico con follow-up di oltre 2 anni.

BIBLIOGRAFIA

1. W. BOERICKE - Materia Medica Omeopatica – Traduzione del Dott. Roberto Petrucci, 2004.
2. J. H. CLARKE - Dizionario di farmacologia omeopatica clinica - IPSA Editore, Palermo, 1994.
3. F. DEL FRANCIA - Veterinaria Omeopatica e psicopatologia del cavallo - La casa verde per conto di Demetra s.r.l., San Martino di Buon Albergo (VR), 1990.
4. H. DUPRAT - Materia Medica Omeopatica, vol. tre - Palombi Editori – 2013.
5. R. PETRUCCI - Pediatria. Temi e concetti in Medicina Omeopatica - Asterias, Milano, 2007.
6. J. SCHOLTEN - Omeopatia e gli elementi della tavola periodica - Salus Infirmorum Editori, Roncade (TV), 2007.
7. F. SCHROYENS – Synthesis 9.1- In RADAR 10.1. Archibel, 2008.
8. F. VERMEULEN – Materia Medica Omeopatica Sinottica – Salus Infirmorum Editori, Roncade (TV), 2007.

Prodotti Consigliati

Lo trovi anche in: Omeopatia per gli Animali

Pagine: 96, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: youcanprint
Prezzo 9,90 €
Affrettati! Solo 1 disponibile in pronta consegna

 

Lo trovi anche in: Omeopatia per gli Animali

Pagine: 160, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: De Vecchi Editore
Prezzo 12,50 €
Affrettati! Solo 1 disponibile in pronta consegna

 

Altri articoli dello stesso autore

Cocculus indicus dalla prospettiva dell'Omeopata Veterinario

Lo trovi in: Rimedi Omeopatici

Autori: Mauro Dodesini

Abbiamo pensato di proporre alcune immagini tratti dalla storia di pazienti a cui abbiamo prescritto Cocculus indicus in funzione dei rispettivi follow-up che hanno evidenziato un netto giovamento sul benessere e sullo stato di…

Clematis erecta in Omeopatia: una Ranuncolacea “noblesse”

Lo trovi in: Rimedi Omeopatici

Autori: Mauro Dodesini

Raccontare un rimedio come Clematis erecta può sembrare una sfida, lo riteniamo più semplicemente uno sforzo da condividere con altri colleghi Omeopati Veterinari Unicisti. Partiremo da un inquadramento generale della pianta per a…

Magnesia muriatica in Omeopatia veterinaria

Lo trovi in: Omeopatia per Animali

Autori: Mauro Dodesini Maria Grazia Ghisalberti

Ci sembra interessante affrontare l'approfondimento dei Rimedi che prescriviamo più frequentemente nella pratica quotidiana per poterci confrontare, sulla base del riscontro clinico, con la letteratura omeopatica redatta quasi …

Agaricus muscarius - Applicazioni cliniche in Medicina Veterinaria

Lo trovi in: Casi Clinici Omeopatia per Animali

Autori: Mauro Dodesini Maria Grazia Ghisalberti

Agaricus è un Policresto di fondamentale importanza e di frequente prescrizione nella clinica quotidiana. Ha una capacità terapeutica profondissima nelle patologie più svariate: comportamentali, neurologiche, ot…

Il rimedio omeopatico unico come soluzione globale - Un caso di Dulcamara

Lo trovi in: Omeopatia per Animali

Autori: Mauro Dodesini Maria Grazia Ghisalberti

Specie: Cane. Razza: Border Collie. Sesso: Femmina. Nato il: 05\04\2007. Nome: ANY. Peso: Kg 13/14 ANAMNESI - 3 APRILE 2009 - Età: 1 anno e 11 mesi Con l'attuale proprietaria dal 12 Novembre 2008, importata dalla Gran Bretagna. …

Omeopatia nella cura di malattie croniche o oncologiche nei cani

Lo trovi in: Omeopatia per Animali

Autori: Mauro Dodesini

RIASSUNTOL'autore esamina quattro casi clinici arrivati alla sua attenzione perché considerati non curabili con la classica terapia allopatica. Finalità: buona qualità di vita, controllo del dolore e, se possibile, st…

Chi è il Veterinario Omeopata?

Lo trovi in: Omeopatia per Animali

Autori: Mauro Dodesini

Spesso i proprietari dei miei pazienti mi chiedono quali sono le motivazioni che mi hanno portato a intraprendere questa strada. La risposta è immediata: questa terapia funziona molto più rapidamente e senza effetti collaterali. I…

Disturbo comportamentale nel cavallo curato con l'Omeopatia

Lo trovi in: Omeopatia per Animali

Autori: Mauro Dodesini

Sultan è un cavallo da sella italiano di otto anni, ma è ancora un bambinone, anzi un bambinone bullo. A chi non lo conosce, potrebbe anche far paura: ti si lancia contro e poi scarta all'ultimo momento; ogni tanto s'impenna, ma s…

Oddio! Fa la pipì in casa! Trattamento omeopatico dell'incontinenza urinaria nel cane

Lo trovi in: Omeopatia per Animali

Autori: Mauro Dodesini

Quando in un animale d'affezione che vive in casa si presentano episodi d'incontinenza urinaria, si compromette l'equilibrio tra i membri della famiglia e l'animale stesso. Anche l'affetto verso l'animale più caro è a rischio. N…

Spondilite e spondilosi nei cani curata con l'Omeopatia

Lo trovi in: Omeopatia per Animali

Autori: Mauro Dodesini

Avete mai notato la particolare andatura di un cane di media o grande taglia come un pastore tedesco quando comincia ad avere una certa età? Gli arti posteriori sono molto deboli e non gli permettono più il passo esuberante e p…

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione