Appunti di Omeopatia clinica: insonnia, stipsi, astenia

Pubblicato il 02/03/2020

Categorie: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

Fonte: Il Medico Omeopata - Rivista

Appunti di Omeopatia clinica: insonnia, stipsi, astenia

È questo il caso, assai complesso, di una Paziente di 48 anni che viene a curarsi prevalentemente per asma bronchiale, di cui soffre da circa 8 anni. Nella descrizione inserisco anche la prima parte della terapia che non riguarda Opium, ma che è di notevole interesse per il risultato ottenuto.

PRIMA VISITA - 3 FEBBRAIO 2004

La signora è vivace, giovanile, disponibile e fiduciosa. Subito si nota una sua struttura muscolare eccessivamente sviluppata. Spontaneamente dice: L'asma è iniziata 8 anni fa, da sforzo, andando in palestra o semplicemente facendo su e giù per le scale. Ho fatto tutte le prove allergiche possibili e tutte sono risultate negative. Dottore, non mi chieda di farne altre! Ho anche una rinite cronica e mesi fa uno pneumologo mi ha detto che i miei polmoni "stanno invecchiando". Quando vado in palestra mi viene l'asma, ma non sempre. La palestra per me è la vita, ci piango se non posso andare; quando sto bene vado 3-4 ore tutti i giorni e lì faccio un po' di tutto. Poi vado anche a ballare...

Invito la Paziente a cambiare argomento e scopro che assume: ASSIEME, TILADE, NASONEX per tentare di respirare meglio; EN gocce per tentare di dormire. Da 8/9 anni ho iniziato a non dormire per dei problemi e da allora prendo sporadicamente EN, comunque anche ora spesso non dormo, mi sveglio ogni ora, guardo l'orologio... dormo però un'ora in tarda mattinata e nel pomeriggio e così recupero. Continuando nella visita la Paziente mi comunica che ha avuto tre gravidanze più un feto nato morto 19 anni or sono. Sta assumendo estro-progestinici continuativamente da 19 anni. Con incredulità le faccio ripetere la notizia che mi viene confermata, compensata dal fatto che regolarmente venivano effettuate analisi di controllo. Un po' sbalordito continuo la visita.

La Paziente è disponibile al racconto e mi fa partecipe di situazioni molto difficili: Fino a 3-4 mesi fa il mio stato era terribile, una depressione spaventosa, mi chiedevo il perché di tante cose e scelte fatte... Mi accenna alla sua condizione di vita che appare difficile; soffre di rimpianti e pentimenti. Inoltre mi comunica: Ho dolori durante i rapporti, come se l'utero fosse indurito. Sono molto freddolosa, ma a letto dopo 15 minuti vado a fuoco e devo mettere fuori dalle coperte braccia e gambe. Quando faccio attività fisica sudo molto. Quando mi agito a letto sudo moltissimo a freddo, in particolare dietro il collo, con palpitazioni. Visitandolo rilevo un'ipertrofia generalizzata dei muscoli di grado elevato, in particolare delle cosce, oltre a cellulite di una certa entità nonostante l'attività fisica intensa.

Il caso si presenta complesso, l'uso continuato di farmaci mi preoccupa, in particolare di estro-progestinici. In casi come questi non indago a lungo la condizione psichica perché so per esperienza che porterebbe numerosi dati spesso fuorvianti. Porto l'attenzione, a mio modo di vedere più concretamente, sull'anomala stimolazione del tessuto muscolare dovuta all'eccessiva attività, al punto da arrivare al risultato di una vistosa dismorfia. In situazioni come queste ho più volte visto prescrivere dal Professor Antonio Negro, di cui sono stato a lungo assistente, Thuja occidentalis, ed ogni volta che ho seguito questa indicazione ho trovato ottimi risultati.

THUJA OCCIDENTALIS 6LM gocce

3 gocce al risveglio e prima di coricarsi, dopo adeguato scuotimento della boccetta, per 28 giorni. Sospensione degli estro-progestinici e dell'ansiolitico; sospensione graduale dei farmaci anti-asmatici.

SECONDA VISITA - 4 MARZO 2004

Dottore, è stato un mese in parte tragico ed in parte incredibile! I primi 5/6 giorni ho urinato continuamente e l'asma è scomparsa. Ora in palestra faccio tutto, incredibilmente, mi sento bene! Continuamente mi dico: "E se tra poco mi viene l'asma?" Inizio a sentire come un dolore allo sterno che poi passa. Ho smesso tutti i farmaci, non prendo più nulla. Però dopo 4 giorni mi è venuto un mal di testa incredibile che è durato 6 giorni! Tutta la parte destra del viso e del cranio, mai sentita una cosa del genere. Sono andata al Pronto Soccorso, mi hanno fatto due fiale di Tora Dol: nulla! Poi è scomparso da solo, così, improvvisamente.

La Paziente è incredula, stupefatta. Da parte mia concludo che, nonostante gli interventi farmacologici protratti, la Paziente mostra una notevole capacità reattiva oltre ad una disponibilità ed apertura e fiducia verso la terapia che elevano favorevolmente il giudizio prognostico. La faccio parlare ancora e lei continua: Dottore, mi sono sgonfiata moltissimo! Non prendo più farmaci, è incredibile! I primi 4-5 giorni non ho mai dormito... ora dormo, ma non sono sicura di aver dormito bene, ma al mattino non sono stanca. Il pianto è scomparso, come umore sto benissimo (nota: probabilmente troppo bene). Riesco di più a parlare, è tornato il lato allegro che non avevo da anni. Prima sognavo sempre di scalare montagne, sin da ragazza, ma non arrivavo mai, oppure di stare in un carcere con l'apertura solo in alto, senza finestre. Ora sogno di stare in un prato, o di stare al mare, tutte cose che mi piacciono, ma il sogno lo fa una terza persona, non io. Avevo un astio tremendo verso certe persone, ora lascio correre. Anche sessualmente non ho più sentito quello "stringimento". Certo, mi cola il naso in continuazione... Ho dei mal di schiena inspiegabili, che si spostano come scosse elettriche, a volte anche sciatica.

Sono indubbiamente soddisfatto del risultato ed anche un po' sorpreso per la velocità e l'entità, non mi faccio però illusioni circa la difficoltà del caso, infatti il suo benessere mi appare un po' sopra le righe, mi attendo ricadute. Mantenendo lo stesso rimedio, decido di aumentarne leggermente la potenza: THUJA OCCIDENTALIS 9LM gocce - 3 gocce la sera prima di coricarsi.

FOLLOW UP

Circa un mese dopo la Paziente accusa un dolore lombare terribile; l'uso più frequente di Thuja 9LM non modifica il quadro, che viene risolto da THUJA OCCIDENTALIS MK, prescritto telefonicamente. Il 5 Luglio in visita prescrivo THUJA OCCIDENTALIS XMK. In quel periodo la Paziente soffriva di dolori al bacino, pelvi, gambe e ginocchia; di astenia; sognava morti ed il diavolo. Un mese dopo torna il flusso mestruale e scompaiono i dolori. Da allora inizia una fase caratterizzata da:

- profonda astenia;
- insonnia prolungata ed inspiegabile, senza alcuna inquietudine;
- rinite, a tratti asma;
- stipsi prolungata, anche 10 giorni, con emorroidi, sanguinamenti anali ed afte concomitanti: ...ma non mi sento male o gonfia, non ho nessuno stimolo, come se non avessi le contrazioni; durante la stipsi cessa anche di urinare: ...si blocca tutto.

Per questi sintomi ed altri minori la Paziente riceve ARSENICUM ALBUM MK e XMK con grandi benefici, ma non durevoli; ACIDUM MURIATICUM MK con miglioramento. Il caso clinico sembra avviato a perdersi permanendo una condizione solo temporaneamente modificabile, certamente migliore della precedente, ma non sostenibile a lungo. Durante una consultazione telefonica il 19 Dicembre 2005 prescrivo: OPIUM CRUDUM 200K. Finalmente qualcosa si muove, si intravede una reazione degna di tale nome. La Paziente dorme meglio, l'astenia è di minore intensità, inizia a svuotare l'intestino, che poi però torna di nuovo a bloccarsi.

Il 26 Gennaio prescrivo ancora telefonicamente OPIUM CRUDUM 200K ed il benessere si mantiene per ben due mesi.

VISITA DEL 21 APRILE 2006

La Paziente viene in visita a causa del ritorno di una grave stipsi, un blocco intestinale che dura oramai da 10 giorni, con la ricomparsa di afte in bocca. Da circa un mese si è anche riaffacciato il dolore al dorso insieme a bruschi cali di energia in cui non riesce a fare proprio nulla, anche per un pomeriggio intero, poi però il sintomo scompare. Dice la Paziente: Sto tranquilla, come se fossi assopita, come la quiete prima della tempesta. In testa ho una sorta di confusione, come se non ricordassi le cose; la sento ovattata, come fossi dentro un tunnel. Non trovo le parole per parlare, non memorizzo le cose, ho difficoltà anche a leggere. Quando parlo sento le persone lontane, come se le loro parole mi rimbombassero dentro. Ho sognato acqua, onde molto grandi ed io che salvo due bambino quasi morti. Poi, 20 giorni fa, ho sognato che uccidevo con l'ascia i miei genitori. Il sonno invece va bene. Indubbiamente la condizione della Paziente sta evolvendo. Reputo sia il momento giusto per prescrivere OPIUM CRUDUM MK.

La condizione della Paziente, al momento, si mantiene su ottimi livelli.

Prodotto Consigliato

Lo trovi anche in: Repertori Omeopatici

Pagine: 668, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Nuova Ipsa Editore
Prezzo 26,00 € invece di 52,00 € Sconto 50%
Disponibilità Immediata. Pronto per la spedizione

 

Libri dalla stessa categoria

Altri articoli dello stesso autore

Un caso di depressione euforica trattata con Opium crudum

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

Questo che segue è il caso in cui Opium ha una chiara ed inequivocabile azione di rimedio Simillimum. Risalta della Paziente il contrasto fra un'euforia fantasiosa ed immaginifica ed un'inerzia reattiva organica che si esprime in …

Opium crudum in clinica omeopatica pediatrica

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

È il caso di una bambina di un anno che viene in visita perché ammala continuamente con febbri elevate, soffre di tossi croniche e di una sindrome da malassorbimento di cui non si conosce la causa, con diarree e scarsa crescita. È…

Lentezza, torpore e ottundimento: un caso clinico omeopatico

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

È il caso di un uomo di 35 anni. È in terapia per emorroidi, sinusite, bronchite e dolori al dorso. PRIMA VISITA - 19 DICEMBRE 1995 È un Paziente di carnagione scura, brevilineo, lento nelle sue reazioni e anche ne…

2 casi clinici del rimedio omeopatico Capsicum annuum

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

Caso clinico 1 Questo caso mostra molto bene la nostalgia di cui è affetto Capsicum. La bambina ha difficoltà a separarsi dalle persone care, anche per breve tempo; rifiuta la scuola, è malinconica, assume troppo cibo ed è sov…

Un caso di asma bronchiale in un bambino di 4 anni guarito con l'Omeopatia

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

Riccardo, 4 anni. Mi sono occupato di Riccardo tempo fa. È un bambino che necessita di essere controllato spesso perchè va incontro con facilità a situazioni gravi, ma sfortunatamente vive molto distante. In passato ha sofferto di…

Sull'uso delle dosi e delle potenze omeopatiche (Recensione)

Lo trovi in: Estratti Libri - Recensioni

Autori: Gustavo Dominici

Ho letto con attenzione il libro-pamphlet che ci propone Salvatore Coco, lentamente, ricapitolando spesso le acquisizioni precedenti per non perdere importanti concetti. Il testo è sintetico e denso, frutto di studio e …

Due casi clinici omeopatici di Croton tiglium

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

CASO CLINICO N. 1 Donna di anni 34 - 11 Marzo 2001 Ho visitato la paziente in studio due mesi fa, alla 34a settimana di gravidanza. Era debilitata, esausta; soffriva di prurito e fame notturni, il prurito in forma grave, con…

Qual è il rimedio omeopatico migliore per affrontare un caso clinico?

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

Esiste nel mondo omeopatico la tendenza a trasformare quesiti clinici in questioni dottrinario/filosofiche. Il problema dei cosiddetti piccoli rimedi non esiste. Esiste sempre e solo un problema clinico, che possiamo semplicemente…

Il libro della dottrina omeopatica. L'Omeopatia insegnata da P.S. Ortega

Lo trovi in: Metodologia Omeopatica

Autori: Gustavo Dominici

Il volume [Introduzione alla Medicina Omeopatica] mi è stato regalato da qualche tempo, ma è rimasto lì per un po', un bel po'. Non certo per snobismo, conosco bene la tempra di chi l'ha scritto e la dedizione amorevole di chi lo …

Il nosode omeopatico Pyrogenium: descrizione e clinica

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

Seguendo il criterio di similitudine è lecito ipotizzare che le sostanze più disgustose possano fornirci le migliori medicine per curare i peggiori casi. Pensiamo alla scarificazione dell'ulcera sifilitica, al tessuto t…

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione