Lentezza, torpore e ottundimento: un caso clinico omeopatico

Pubblicato il 16/03/2020

Categorie: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

Fonte: Il Medico Omeopata - Rivista

Lentezza, torpore e ottundimento: un caso clinico omeopatico

È il caso di un uomo di 35 anni. È in terapia per emorroidi, sinusite, bronchite e dolori al dorso.

PRIMA VISITA - 19 DICEMBRE 1995

È un Paziente di carnagione scura, brevilineo, lento nelle sue reazioni e anche nell'esposizione, poco reattivo, molto compresso emotivamente; mostra un certo ottundimento mentale e la difficoltà ad un'esposizione fluida.

Riferisce: Mi sento come furioso, ma mi contengo, altrimenti sarei troppo violento, lancerei le cose agli altri... mi sento come continuamente rimproverato e questo mi manda in bestia, non si rendono conto di tutto quello che io faccio. Mi mordo e torturo le mani, fino al sangue. Devo anche mangiare continuamente, masticare, sgranocchiare. Ho qualche colpo di tosse secca... recentemente ho avuto un terribile mal di testa con febbre altissima e brividi, per qualche giorno, poi debolezza a lungo. Ho la sensazione di avere la pancia piena, l'intestino pieno, dall'ombelico in giù... penso costantemente che potrei avere il cancro del colon... e tutti i giorni ho sanguinamenti anali, dopo evacuato ma anche senza evacuazione. Anche l'urina ha un odore molto forte.

Continuo ad interrogare il Paziente, ma non trovo nient'altro che possa orientarmi significativamente verso un rimedio appropriato. Mi colpiscono la lentezza e la scarsa reattività, fisica e psichica, ma questo elemento non mi dà indicazioni sufficienti.

Chiedo del sonno: Dormo molto e profondamente, è difficile svegliarmi. Mia moglie mi dice che russo molto rumorosamente e non c'è nulla da fare per farmi smettere.

Ancora non è sufficiente. Gli chiedo dei suoi dolori: Ho dolori per tutto il corpo, in particolare la sera, a letto. Certe volte mi si addormentano gli arti, con torpore e formicolio, che rimangono a lungo.

Al termine della visita metto insieme le seguenti caratteristiche: lentezza, torpore, ottundimento; alternanza di dolori e perdita di sensibilità; sonno profondo e russamento. Prescrivo il rimedio che più risulta simile al caso, secondo le mie conoscenze: OPIUM CRUDUM 200 K.

SECONDA VISITA - 8 FEBBRAIO 1996

È andata benissimo! Sono rimasto colpito, vivo uno stato di benessere, sono molto più attivo. Sin dai giorni successivi ho notato più energia, sentivo meno la stanchezza pur riposando meno. Soprattutto noto una maggiore lucidità, chiarezza e non ho più confusione e mancanza di concentrazione. Sembra che la sintomatologia si esprima ora in tutta la sua ricchezza, prima era come annodata in un groviglio informe ed inerte.

Il Paziente prosegue: Sento una "tensione"... sono carico di energia... faccio le cose meglio, ma soffro di ansia d'attesa, prima di un evento mi mordo le mani.

Da notare le due rubriche del Repertorio (Synthesis 8.1):

1) MIND - BITING - fingers
2) MIND - BITING - hands

che entrambe contengono Opium, la seconda insieme ad Hura, la prima insieme ad altri 9 rimedi, fra i quali noto Plumbum che potrebbe essere adatto al mio Paziente. Prosegue il racconto con dei sintomi che interpreto come un ritorno: Prima di ogni incontro di lavoro ho come una carica interna, poi dopo tremore e agitazione, come quando facevo l'Università. Sere fa ho avuto come una morsa al polpaccio destro, verso sera, mi era accaduto tempo fa. Ho avuto una crisi di sinusite frontale grave, poi è uscito molto catarro ed è passata. Ho dei dolori diffusi alle articolazioni, un po' a tutte, vanno e vengono e mi spavento, potrei essere impedito nei miei movimenti. A livello dell'intestino sono completamente spariti emorroidi e sanguinamenti.

Il Paziente ritorna a visita dopo 2 mesi, con una sintomatologia simile a quella della visita precedente, senza più i sanguinamenti emorroidali; prescrivo OPIUM CRUDUM MK ed il Paziente sta bene per dei mesi. Riceve ancora il rimedio con successo nel Settembre dello stesso anno. Il Paziente ha tratto giovamento da Opium per un anno intero.

Altri articoli dello stesso autore

L’omeopatia in un caso di morbo di Crohn complicato da fistola anale

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

Il termine include la colite ulcerosa e la malattia di Crohn. (…) La malattia di Crohn è una condizione cronica ricorrente, caratterizzata da infiammazione transmurale coinvolgente tutti i segmenti del tratto gastrointestinale da…

Terapia omeopatica in una paziente anziana con malattia degenerativa

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

Per malattie degenerative intendiamo malattie croniche riguardanti ogni organo o apparato, non a carattere specificamente infiammatorio, che in maniera ingravescente portano ad alterazioni permanenti o atrofia cellulare e…

Casistica di Capsicum annuum. Indolenza, ottundimento, gastralgia

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

In questo caso è preponderante la perdita delle capacità intellettive, insieme ad un profondo scontento. Il Paziente ha notevole capacità introspettiva, animo delicato, ma estrema difficoltà a mantenersi attivo ed efficiente negl…

L’Omeopatia in pazienti affetti da cancro in trattamento con chemioterapia

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

La Medicina Omeopatica può essere utilizzata efficacemente in situazioni differenti. Ci sono pazienti che desiderano “curarsi omeopaticamente” ed assumere quindi esclusivamente medicinali omeopatici, con l'eccezione di possi…

Actea racemosa nella cura omeopatica della fibromialgia

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

Actea racemosa o Cimicifuga è una importante risorsa per l'omeopata nella terapia di molti caratteristici e persistenti dolori. Siano essi comuni dolori reumatici o dolori resistenti ad ogni trattamento convenzionale ed associati …

Un caso di depressione euforica trattata con Opium crudum

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

Questo che segue è il caso in cui Opium ha una chiara ed inequivocabile azione di rimedio Simillimum. Risalta della Paziente il contrasto fra un'euforia fantasiosa ed immaginifica ed un'inerzia reattiva organica che si esprime in …

Opium crudum in clinica omeopatica pediatrica

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

È il caso di una bambina di un anno che viene in visita perché ammala continuamente con febbri elevate, soffre di tossi croniche e di una sindrome da malassorbimento di cui non si conosce la causa, con diarree e scarsa crescita. È…

Appunti di Omeopatia clinica: insonnia, stipsi, astenia

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

È questo il caso, assai complesso, di una Paziente di 48 anni che viene a curarsi prevalentemente per asma bronchiale, di cui soffre da circa 8 anni. Nella descrizione inserisco anche la prima parte della terapia che non riguarda …

2 casi clinici del rimedio omeopatico Capsicum annuum

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

Caso clinico 1 Questo caso mostra molto bene la nostalgia di cui è affetto Capsicum. La bambina ha difficoltà a separarsi dalle persone care, anche per breve tempo; rifiuta la scuola, è malinconica, assume troppo cibo ed è sov…

Un caso di asma bronchiale in un bambino di 4 anni guarito con l'Omeopatia

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

Riccardo, 4 anni. Mi sono occupato di Riccardo tempo fa. È un bambino che necessita di essere controllato spesso perchè va incontro con facilità a situazioni gravi, ma sfortunatamente vive molto distante. In passato ha sofferto di…

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione