Opium crudum in clinica omeopatica pediatrica

Pubblicato il 18/05/2020

Categorie: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

Fonte: Il Medico Omeopata - Rivista

Opium crudum in clinica omeopatica pediatrica

È il caso di una bambina di un anno che viene in visita perché ammala continuamente con febbri elevate, soffre di tossi croniche e di una sindrome da malassorbimento di cui non si conosce la causa, con diarree e scarsa crescita. È stata già curata omeopaticamente con molti rimedi sintomatici, senza ottenere risultati. La condizione che trovo è discretamente debilitata. La bambina ha un malessere continuo, piange, è capricciosa, dorme male ed urla nel sonno, digrigna i denti.

Ha molto appetito, ma è affetta da maldigestione e diarree continue. Le prime prescrizioni sono solo parzialmente precise: Tubercolinum, Mercurius, Chamomilla, Cina, Hepar sulphuris, Antimonium crudum, Antimonium tartaricum aiutano la bambina a superare vari episodi acuti, ma non riescono a farla ammalare meno frequentemente ed a modificare sostanzialmente la sua condizione.

Un anno più tardi, in concomitanza dell'ennesimo episodio acuto, oltre i soliti sintomi relativi all'infiammazione con tosse e catarri relativi, la madre mi racconta che vuole mangiare esclusivamente dolci e niente altro; che urla la notte e digrigna i denti, ma urla anche e soprattutto per il minimo dolore; che quando ha la febbre è sempre sonnolenta e semi addormentata ed infine, un vero sintomo keynote, che ripete continuamente che aspetta un bambino e che questo bambino deve nascere.

Utilizzo il Repertorio (Synthesis 8.1):

1) GENERALS - FOOD and DRINKS - sweets - desire
2) TEETH - GRINDING - sleep, during
3) MIND - SHRIEKING - night
4) MIND - SHRIEKING - pain, with the
5) SLEEP - SLEEPINESS - heat - during
6) MIND - DELUSIONS - pregnant, she is

Il risultato è: Belladonna, Opium e Pulsatilla ai primi tre posti. Belladonna non ha però il sintomo keynote del sentirsi incinta; Pulsatilla non la prendo seriamente in considerazione perché giudicata troppo distante dal quadro sintomatologico. Tra i rimedi che includono il sintomo 5, che non può non essere incluso, trovo più in là Veratrum album e ancora più distante Crocus sativus, ma quest'ultimo non ha la sonnolenza durante la febbre ed invece il primo non include nella sua patogenesi il sintomo 4, cioè urlare al minimo dolore. Decido quindi di prescrivere: OPIUM CRUDUM 30 CH - 3 granuli per 4 volte al giorno.

La bambina guarisce velocemente e bene. Solo un mese più tardi, in Febbraio, ammala nuovamente ed io persevero con lo stesso rimedio alla stessa potenza: OPIUM CRUDUM 30 CH. Anche questa volta funziona e velocementee. Accade ancora dopo 20 giorni e dopo altri 30 giorni, quando la rivedo in studio con tosse insistente e timpani arrossati. Ancora 30 CH, ancora un buon risultato. C'è da aggiungere che la sindrome da malassorbimento sembra definitivamente scomparsa e la bambina è cresciuta molto di più.

Verso la fine di Maggio la madre mi telefona, già visibilmente soddisfatta, per un piccolo disturbo, così decido di prescrivere OPIUM CRUDUM 200K.

Rivedo la bambina in Ottobre, insieme alla madre, veramente contenta. Mi riferisce che la bambina ha trascorso un'estate meravigliosa, senza nessun disturbo. Ora ha avuto ed ha ancora tosse e molto catarro che vomita. La visito e trovo ancora broncospasmo ed i soliti sintomi ai quali ci ha abituati. Prescrivo OPIUM CRUDUM 200K e tutto si risolve velocemente. Il rimedio è stato ancora prescritto per un altro anno, sempre con successo in ogni manifestazione acuta e no.

Attualmente la bambina è ancora in terapia, la incontro solo due volte l'anno per i controlli di rito. Gli episodi acuti si sono talmente diradati da essere stata lo scorso autunno-inverno quella della sua classe che ha fatto meno assenze; ogni episodio si risolve sempre con Opium, anche una recentissima varicella ha visto il decorso di molto accelerato dal rimedio. Non più alcun segno di malassorbimento, crescita molto aumentata fino a sfiorare il 90° percentile sia come peso che come altezza.

L'ultima visita risale allo scorso maggio quando per i sintomi: digrigna i denti, paura dei cani, desidera uova, ho prescritto Bacillinum XMK. Sino ad ora non è sorto alcun problema.

Prodotto Consigliato

Lo trovi anche in: Materia Medica Omeopatica Pediatria Omeopatica

Pagine: 608, Formato: 17x24, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Salus Infirmorum
Prezzo 47,50 € invece di 50,00 € Sconto 5%
Disponibilità Immediata. Pronto per la spedizione

 

Altri articoli dello stesso autore

Un caso di depressione euforica trattata con Opium crudum

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

Questo che segue è il caso in cui Opium ha una chiara ed inequivocabile azione di rimedio Simillimum. Risalta della Paziente il contrasto fra un'euforia fantasiosa ed immaginifica ed un'inerzia reattiva organica che si esprime in …

Lentezza, torpore e ottundimento: un caso clinico omeopatico

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

È il caso di un uomo di 35 anni. È in terapia per emorroidi, sinusite, bronchite e dolori al dorso. PRIMA VISITA - 19 DICEMBRE 1995 È un Paziente di carnagione scura, brevilineo, lento nelle sue reazioni e anche ne…

Appunti di Omeopatia clinica: insonnia, stipsi, astenia

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

È questo il caso, assai complesso, di una Paziente di 48 anni che viene a curarsi prevalentemente per asma bronchiale, di cui soffre da circa 8 anni. Nella descrizione inserisco anche la prima parte della terapia che non riguarda …

2 casi clinici del rimedio omeopatico Capsicum annuum

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

Caso clinico 1 Questo caso mostra molto bene la nostalgia di cui è affetto Capsicum. La bambina ha difficoltà a separarsi dalle persone care, anche per breve tempo; rifiuta la scuola, è malinconica, assume troppo cibo ed è sov…

Un caso di asma bronchiale in un bambino di 4 anni guarito con l'Omeopatia

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

Riccardo, 4 anni. Mi sono occupato di Riccardo tempo fa. È un bambino che necessita di essere controllato spesso perchè va incontro con facilità a situazioni gravi, ma sfortunatamente vive molto distante. In passato ha sofferto di…

Sull'uso delle dosi e delle potenze omeopatiche (Recensione)

Lo trovi in: Estratti Libri - Recensioni

Autori: Gustavo Dominici

Ho letto con attenzione il libro-pamphlet che ci propone Salvatore Coco, lentamente, ricapitolando spesso le acquisizioni precedenti per non perdere importanti concetti. Il testo è sintetico e denso, frutto di studio e …

Due casi clinici omeopatici di Croton tiglium

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

CASO CLINICO N. 1 Donna di anni 34 - 11 Marzo 2001 Ho visitato la paziente in studio due mesi fa, alla 34a settimana di gravidanza. Era debilitata, esausta; soffriva di prurito e fame notturni, il prurito in forma grave, con…

Qual è il rimedio omeopatico migliore per affrontare un caso clinico?

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

Esiste nel mondo omeopatico la tendenza a trasformare quesiti clinici in questioni dottrinario/filosofiche. Il problema dei cosiddetti piccoli rimedi non esiste. Esiste sempre e solo un problema clinico, che possiamo semplicemente…

Il libro della dottrina omeopatica. L'Omeopatia insegnata da P.S. Ortega

Lo trovi in: Metodologia Omeopatica

Autori: Gustavo Dominici

Il volume [Introduzione alla Medicina Omeopatica] mi è stato regalato da qualche tempo, ma è rimasto lì per un po', un bel po'. Non certo per snobismo, conosco bene la tempra di chi l'ha scritto e la dedizione amorevole di chi lo …

Il nosode omeopatico Pyrogenium: descrizione e clinica

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Gustavo Dominici

Seguendo il criterio di similitudine è lecito ipotizzare che le sostanze più disgustose possano fornirci le migliori medicine per curare i peggiori casi. Pensiamo alla scarificazione dell'ulcera sifilitica, al tessuto t…

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione