La Medicina Omeopatica per la cura degli animali

Pubblicato il 15/03/2010

Categorie: Omeopatia per Animali

Autori: Alberto Magnetti

Fonte: lastampa.it

La Medicina Omeopatica per la cura degli animali

Negli ultimi anni, a fronte di una maggiore informazione, c'è stato un aumento della richiesta di cure omeopatiche per gli animali.

"Il cliente tipico che si rivolge al veterinario omeopata è il paziente che ha provato e ottenuto su di sè i benefici di questa terapia e chiede lo stesso tipo di cure per il proprio animale, tuttavia all'omeopatia veterinaria arrivano anche proprietari che non hanno conoscenze in merito ma sono scoraggiati, delusi e provati da una medicina improntata all'iperspecializzazione a scapito della considerazione per il paziente. Anche l'attenzione che i veterinari omeopati pongono da anni nella circolazione della corretta informazione tra colleghi ha dato i suoi frutti e all'omeopatia giungono finalmente molti casi di referenza, con un beneficio che si ripercuote sul sapere scientifico in generale, poichè la medicina è una e diverse le possibilità terapeutiche".

Chi parla è la Dr.ssa Maria Serafina Nuovo, Veterinario Omeopata, Veterinario Comportamentalista, Presidente SIMVeNCo, Docente Scuola Medica Omeopatica Hahnemanniana di Torino, Iscritta al Registro Italiano degli Omeopati Accreditati.

Chiediamo alla dott ssa Nuovo quali sono i motivi che hanno indotto molti proprietari e allevatori a ricorrere all'omeopatia per la cura dei loro animali?

"Il ruolo sociale dell'animale è altissimo: componente della famiglia in ambito cittadino, con tutto ciò che questo significa nel bene e nel male, è elemento fondamentale nell'approccio al biologico in ambito rurale. In entrambi i campi la necessità di assicurare agli animali quel benessere che, secondo le indicazioni dell'oms, non sia solo assenza di sintomi ma miglioramento della qualità della vita sotto tutti i suoi aspetti, porta ad una richiesta sempre crescente di trattamenti omeopatici mirati e ad un interesse verso una informazione corretta ed esaustiva. L'omeopatia è cura ma anche prevenzione rispetto a potenziali manifestazioni cliniche e questo si evidenzia in modo particolare nel giovane dove,con l'uso di rimedi omeopatici opportunamente prescritti, secondo criterio di similitudine e dopo attenta e corretta valutazione delle capacità reattive dell'individuo, l'organismo è in grado di rispondere agli eventi avversi e riportarsi in condizioni di omeostasi in modo veloce e stabile. L'effetto è una drastica riduzione nell'uso di farmaci ponderali, cosa importantissima quando si parla di allevamento rurale per le sue ripercussioni sull'ambiente (minore inquinamento ambientale, minori residui nelle produzioni di origine animale) ma altrettanto importante per il cane e il gatto con cui condividiamo gioie e dolori di una giornata in città".

Chiediamo ancora alla Dott.ssa Nuovo di descriverci il quadro della realtà istituzionale della veterinaria omeopatica italiana.

"L'istituzione più importante è l'UMNCV (unione di medicina non convenzionale veterinaria): si tratta di un organismo politico, a cui aderiscono i rappresentanti delle varie scuole e associazioni veterinarie che si occupano di medicine non convenzionali. E' molto attivo e ha ottenuto importanti riconoscimenti per la veterinaria in ambito istituzionale (definizione di atto medico veterinario/ articolo dedicato nel codice deontologico vet/ criteri di valutazione degli esperti in mncv/ formazione in omeopatia e agopuntura). Attualmente è entrata nel tavolo di lavoro sul farmaco veterinario del Ministero della Salute e sta fornendo le informazioni corrette per un inquadramento del farmaco omeopatico in veterinaria. Si pone al momento anche come interlocutore nell'ambito della ricerca in veterinaria.

Inoltre esiste la SIMVENCO (società italiana di medicina veterinaria non convenzionale) nasce all'interno del grande contenitore costituito dalla SCIVAC (società italiana veterinaria animali da compagnia) che comprende numerose società scientifiche affiliate. Il suo scopo è apportare conoscenze, condividere le esperienze cliniche e le acquisizioni che gli omeopati veterinari sparsi sul territorio italiano vanno accumulando e verificando. Organizza due incontri l'anno, sempre di alto livello di preparazione".

Chiediamo invece al dott. David Bettio, medico veterinario responsabile del DIPARTIMENTO VETERINARIO della FIAMO (Federazione dei Medici Omeopatici Italiani) qual è l'interesse della classe veterinaria italiana per la medicina omeopatica.

"Le Medicine non convenzionali hanno sempre suscitato, fin dalle loro rispettive origini, curiosità, stupore, interesse scientifico e professionale, opportunità terapeutica, motivo di riflessione o di contrarietà. La loro diffusione è cresciuta in maniera esponenziale in tutto il mondo, contestualmente alle cresciute esigenze terapeutiche di pazienti sempre più attenti alla propria salute ed alla volontà dei terapeuti di fornire "alternative" valide ed efficaci. Basti solo ricordare che in Italia ormai più 11 milioni di persone si curano con tali metodi e tali metodi vengono graditi per le terapie dei propri animali.

Anche la Medicina Veterinaria ha dovuto adeguarsi a queste rinnovate esigenze terapeutiche. Almeno il 25% dei Medici Veterinari sono venuti a conoscenza (più o meno profonda) di possibilità di cure " alternative" per gli animali. Di questi, almeno il 50% pratica in maniera più o meno continua almeno una disciplina "alternativa". Di tutti i Medici Veterinari che non conoscono tali discipline, almeno il 30% vorrebbe conoscerne una o più.

I risultati terapeutici, molto interessanti, stimolano una pressante richiesta d'intervento veterinario da parte dei Proprietari e d'Allevatori con terapie di questo tipo. La zootecnia biologica non può prescindere dall'uso di tali discipline biomediche. I medicinali omeopatici non rappresentano un problema per i residui chimici negli alimenti di origine animale garantendo in tal senso una assoluta sicurezza sanitaria per l'uomo (residuo zero - tempi di sospensione zero giorni) tali da essere indicati come terapie preferenziali nella normativa CE per le produzioni biologiche (Documento 391R2092, Documento 399R1804, Regolamento CE 2092/91, Regolamento CE 1804/99, Regolamento CE 834/2007).

In Medicina Veterinaria molte, ma non tutte le MNC, trovano riscontro pratico-terapeutico e vengono regolarmente utilizzate. La medicina omeopatica nelle varie espressioni è la più applicata e utilizzata nel campo animale, sia per gli allevamenti sia negli animali da compagnia, con notevoli risultati terapeutici nel trattamento della affezioni acute, nella patologie croniche ed da poco anche nel campo dell'oncologia veterinaria.

L'utilizzo dell'Omeopatia in Veterinaria è Atto medico sancito nell'Art. 30 del Codice Deontologico."

Al dott. Mauro Dodesini, veterinario di Bergamo, Docente della Scuola Internazionale di Omeopatia Veterinaria di Cortona e del Centro di Omeopatia di Milano, che ha presentato recentemente diversi lavori su patologie ortopediche veterinarie chiediamo quali sono stati i risultati delle sue ricerche:

"nella displasia dell'anca del cane la mia esperienza  ad oggi è di 246 casi con guarigione superiore al 80% dei casi trattati, per  quanto riguarda le lesioni del legamento crociato del cane su 93 casi trattati il successo terapeutico si è avuto in più del 80 % dei casi, infine nei 61 casi di displasia del gomito ben 59 casi hanno avuto un completo recupero funzionale dell'arto."

 

Bibliografia

A double-blind placebo-controlled study into the efficacy of a homeopathic remedy for fear of firework noises in the dog (Canis familiaris), Nina R. Cracknell, Daniel S. Mills *- The Veterinary Journal 177 (2008) 80-88

A Potentized Homeopathic Drug, Arsenicum Album 200, Can Ameliorate Genotoxicity Induced by Repeated Injections of Arsenic Trioxide in Mice, P. Banerjee1, S. J. Biswas1, P. Belon2 and A. R. Khuda-Bukhsh1,3 - J. Vet. Med. A 54, 370-376 (2007)

Animal models for studying homeopathyand high dilutions: Conceptual critical review, Leoni Villano Bonamin1,2,* and Peter Christian Endler3 - Homeopathy (2010) 99, 37-50

Chronic toxicological effects of high diluted solutions of Aveloz (Euphorbia tirucalli L.) on healthy mice: a preliminary study Marcia CBN Varricchio1 (DSc), Cristiane Pereira1, Fernanda Sales1, Teresa Gomes1, Elaine Daudt2, Carolina Lessa Aquino2, Gleyce Moreno Barbosa1, Nelson Gomes, Alexandre dos Santos Pyrrho1 (DSc), Paulo Eduardo Mansur Hobaica1, Morgana Castelo Branco1 (DSc), Ricardo Kuster1, Carla Holandino1 (DSc) 1Federal University of Rio de Janeiro, 2University of Rio de Janeiro - Int J High Dilution Res, v.7, issue 25, p.174-178, December 2008

Comparison of Homeopathy, Placebo and Antibiotic Treatment of Clinical Mastitis in Dairy Cows - Methodological Issues and Results from a Randomized-clinical Trial, L. Hektoen1,2, S. Larsen1, S. A. Ødegaard1 and T. Løken1 - J. Vet. Med. A 51, 439-446 (2004)

Effects of High Diluted Solutions of Palicourea marcgravii St Hill in Rats Poisoned by Aqueous Extracts of This Plant Luiz Figueira Pinto (DSc), Lilian Rangel de Castilhos1, João Telhado (DSc), Ticiana do Nascimento França (DSc), Marilene de Farias Brito (DSc), Paulo Vargas Peixoto (DSc). Federal Rural University of Rio de Janeiro, (1) University Centre of Vila Velha (ES) - Int J High Dilution Res, v.7, issue 25, p.193-198, December 2008

Evaluating Complementary Therapies for Canine Osteoarthritis—Part II: A Homeopathic Combination Preparation (Zeel) Anna Hielm-Bjo¨ rkman1, Riitta-Mari Tulamo1, Hanna Salonen2 and Marja Raekallio1 - eCAM 2009;6(4)465-471

Homeopathy versus antibiotics in metaphylaxis of infectious diseases: a clinical study in pig fattening and its significance to consumers. Albrecht H, Schutte A. - Altern Ther Health Med 1999 Sep;5(5):64-8

Medicinal Animals as Therapeutic Alternative in a Semi-Arid Region of Northeastern Brazil Rômulo R.N. Alvesa Maria G.G. Oliveiraa Raynner R.D. Barbozaa Ranjay Singhb Luiz C.S. Lopeza - Forsch Komplementmed 2009;16:000-000

Outcomes from homeopathic prescribing in veterinary practice: a prospective, research-targeted, pilot study RT Mathie, L Hansen, MF Elliott and J Hoare - Homeopathy (2007) 96, 27-34

Reduction in the Number of Infective Trichinella spiralis Larvae in Mice by Use of Homeopathic Drugs, Nirmal C. Sukul Sudeshna Ghosh Santi P. Sinhababu - Forsch Komplementärmed Klass Naturheilkd 2005;12:202-205

Efficacy of the Potentized Homeopathic Drug, Carcinosin 200, Fed Alone and in Combination with Another Drug, Chelidonium 200, in Amelioration of p-Dimethylaminoazobenzene-Induced Hepatocarcinogenesis in Mice, Surjyo Jyoti Biswas, Ph.D., Surajit Pathak, M.Sc., Nandini Bhattacharjee, M.Sc., Jayanta Kumar Das, Ph.D., And Anisur Rahman Khuda-Bukhsh, M.Sc., Ph.D. - The Journal Of Alternative And Complementary Medicine. Volume 11, Number 5, 2005, pp. 839-854

Prodotto Consigliato

Per la cura degli animali domestici e di allevamento

Lo trovi anche in: Omeopatia per gli Animali

Pagine: 384, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Red Edizioni
Prezzo 26,00 €
Disponibilità Immediata. Pronto per la spedizione

 

Altri articoli dello stesso autore

La strategia Homeokiller, ovvero come la plutocrazia vuole distruggere l'Omeopatia

Lo trovi in: Attualità

Autori: Alberto Magnetti

plutocrazia: (da πλοῦτος "ricchezza" e κράτος "potere"). Letteralmente, potere della ricchezza; nel linguaggio politico, comunemente con accezione polemica, preponderanza nella vita pubblica di gruppi detentori della maggior parte…

L'Omeopatia alla corte dei miracoli di Piazza Pulita tra saltimbalchi, clown e vecchie ballerine

Lo trovi in: Attualità

Autori: Alberto Magnetti

Ho lasciato passare qualche giorno prima di raccontare, con un linguaggio non volgare, l'esperienza di referente per la medicina omeopatica alla trasmissione sull'Omeopatia di Piazza Pulita su LA7 del 1° dicembre a cui sono stato …

La lettera di un medico omeopata a Gramellini

Lo trovi in: Attualità

Autori: Alberto Magnetti

La dottoressa Marialisa Angeli ha pubblicato una lettera in risposta all'articolo di Gramellini sul piccolo di Ancona morto per encefalite. Ritengo debba essere letta da tutti e soprattutto da Gramellini.Saint Pierre…

Otite acuta mortale: come usare un grave caso di malpractice per attaccare la medicina omeopatica

Lo trovi in: Attualità

Autori: Alberto Magnetti

A seguito del drammatico caso del piccolo di Ancona deceduto per una otite acuta malcurata i mass media hanno trasformato il fatto in un accusa diretta alla pratica dell'omeopatia. Ieri a Palermo un uomo di 38 anni è morto mentre …

L'omeopatia funziona! Ecco gli studi scientifici

Lo trovi in: Ricerca Omeopatica

Autori: Alberto Magnetti

Il tempo si srotola nel suo divenire e ci porta un sacco di notizie. Ve ne racconto qualcuna.Il dott. Attilio Speciani, allergolo e immunologo clinico, ci racconta in un suo articolo che i farmaci antipiretici e antinfiammatori…

Trolling & Homeopathy, la diffamazione mediatica dell'omeopatia

Lo trovi in: Attualità

Autori: Alberto Magnetti

"Calunniate, calunniate: qualcosa resterà" questo sosteneva Francis Bacon filosofo inglese del Seicento. così comincia un articolo di Federico Rampini sul tema del trolling, delle calunnie che impazzano sul web. Continua citando l…

Omeopatia vera "Slow Medicine". Come sostenere una decrescita felice dei costi sanitari

Lo trovi in: Metodologia Omeopatica

Autori: Alberto Magnetti

Una realtà: abusiamo di farmaci, esami e di screening, con incremento continuo di ciò che tecnicamente è definita medicalizzazione. In un recente articolo pubblicato su Annals of Internal Medicine si sostiene che un terzo delle in…

L'omeopatia perde un grande amico, la scienza un grande pensatore e il mondo un uomo libero

Lo trovi in: Attualità

Autori: Alberto Magnetti

E' morto il Prof. Emilio Del Giudice, fisico, ricercatore dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Venerdì 31 gennaio è morto Emilio Del Giudice, grande fisico nucleare italiano che è stato un attivo e aperto ricercatore  anc…

Continua ad aumentare il successo dell'Omeopatia tra i cittadini europei

Lo trovi in: Attualità

Autori: Alberto Magnetti

Un sondaggio della rivista Altroconsumo tra i cittadini europei ha confermato la tendenza positiva. Mentre in territorio statunitense assistiamo alla class action contro l'azienda farmaceutica omeopatica Boiron per la pubblicità …

Medicinali Omeopatici: dimostrata la riproducibilità in laboratorio

Lo trovi in: Ricerca Omeopatica

Autori: Alberto Magnetti

Tempo fa avevo pubblicato un articolo dal titolo "Anche i topolini sono sensibili alle medicine omeopatiche" a seguito della pubblicazione, sull'autorevole rivista scientifica Psychopharmacology, di un importante lavoro…

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione