Etichettatura dei prodotti omeopatici: alcuni chiarimenti sulla trasparenza dell'informazione

Pubblicato il 11/05/2017

Categorie: Attualità

Autori: Simonetta Bernardini, Antonella Ronchi, Laura Borghi

Etichettatura dei prodotti omeopatici: alcuni chiarimenti sulla trasparenza dell'informazione

In merito al Documento emesso dal Comitato Nazionale di Bioetica “Dichiarazione sull'etichettatura dei preparati omeopatici e sulla trasparenza dell'informazione” le Associazioni e Società Scientifiche italiane che rappresentano i medici prescrittori di medicinali omeopatici e antroposofici (FIAMO; SIMA e SIOMI) fanno presente che:

1- I medicinali omoepatici, tra i quali sono compresi quelli antroposofici, sono classificati come medicinali secondo la direttiva europea 2001/83/CE recepita in Italia dal DL 209 del 2006, pertanto la dicitura “prodotto” è impropria.

2- La dizione “senza indicazioni terapeutiche approvate” risponde a quanto stabilisce la già citata direttiva europea per i medicinali che accedono alla registrazione semplificata (Art. 16 DL 209). La proposta da parte del CNB di inserire la dizione “di efficacia non convalidata scientificamente” sui medicinali omeopatici commercializzati in Italia non terrebbe conto del fatto che in altri paesi europei, che hanno recepito in modo più ampio la 2001/83, esiste anche la possibilità di registrazione di specialità omeopatiche con indicazioni terapeutiche approvate, e questo avviene sulla base di una documentazione scientifica esaustiva. Se l’Italia non ha dettato le regole per fare lo stesso, come stabilito dall’articolo 18 del DL 209/2006, ciò non vuol dire che per una parte dei medicinali omeopatici questo non potrebbe essere previsto.

3- I medicinali omeopatici unitari, monocomponenti, che non sono soggetti a brevetto, riportano, come richiesto nuovamente dalla direttiva citata, la “denominazione scientifica del materiale o dei materiali di partenza per preparazioni omeopatiche o ceppi omeopatici o altra denominazione figurante in una farmacopea, che coincide con la denominazione propria della tradizione omeopatica”. Ogni altra proposta avrebbe solo la funzione di confondere, non di chiarire.

Simonetta Bernardini, Presidente SIOMI
Laura Borghi, Presidente SIMA
Antonella Ronchi, Presidente FIAMO

Libri dalla stessa categoria

Altri articoli dello stesso autore

Guarigioni in breve raccontate dagli Omeopati italiani. Due casi di Croton tiglium

Lo trovi in: Casi Clinici

Autori: Antonella Ronchi

1° CASO Si tratta di una donna di 56 anni. Viene a metà marzo per blefarite. Negli anni scorsi episodi invernali limitati, dall'ottobre precedente disturbo continuativo, soprattutto all'occhio destro: bruciore all'attaccatura d…

Omeopatia: dopo la Francia non serve una campagna di delegittimazione

Lo trovi in: Attualità

Autori: Antonella Ronchi

Nell'arco di due anni la Francia gradualmente arriverà a non rimborsare più le spese sostenute per acquistare i medicinali omeopatici, che attualmente sono rimborsati per il 30%. La decisione è stata presa dal governo Macron su pr…

Omeopatia tra scienza e religione. Magia? No, atto medico. La Dr.ssa Antonella Ronchi (presidente FIAMO) risponde al Dott. Di Segni

Lo trovi in: Attualità

Autori: Antonella Ronchi

Gent.mo Dott. Di Segni, leggo su Medical Facts le seguenti frasi, riportate da un'intervista rilasciata in data 31 gennaio alla rivista online Mosaico. "La lezione di Riccardo Di Segni. Una bella lezione però ci arriva da …

Fiamo segnala: 'insegnamento dell'omeopatia a personale non medico'

Lo trovi in: Attualità

Autori: Antonella Ronchi

Gent.ma Dott.ssa Roberta Chersevani, Presidente del Comitato Centrale FNOMCeOGent.mo Dott. Roberto Monaco, Presidente Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Siena, Presidente Federazione Regionale degli Ordini dei …

Le bufale di Garattini sull’omeopatia. Smentiamo e vi diciamo perché

Lo trovi in: Attualità

Autori: Simonetta Bernardini Antonella Ronchi Marisa Certosino

Un imbroglio mediatico portato avanti dal farmacologo Silvio Garattini che si fregia della sua fama internazionale per farsi pubblicare da un piccolo editore un libro di Opinione. Un libro di Opinione che gli dà il gancio di …

'Omeopatia e acqua fresca: solo approssimazione e superficialità'

Lo trovi in: Attualità

Autori: Simonetta Bernardini

Ci sorprende la visibilità mediatica riservata ad un libretto di sole 150 pagine scritto a ben sei mani, tutte provenienti dallo stesso Istituto privato di ricerca: il Mario Negri di Milano. Un commento su tutti per dimostrare la …

Vaccini e Omeopatia: se viene negato il pluralismo nella medicina

Lo trovi in: Attualità

Autori: Antonella Ronchi

In questi giorni i media con grande spiegamento di forze hanno  intrapreso una doppia campagna, contro l'omeopatia, complice la  pubblicazione del libro di Garattini, e a favore dei vaccini senza se e senza ma. Anche se sul d…

Omeopatia: un importante progetto europeo a tutela dei cittadini

Lo trovi in: Attualità

Autori: Antonella Ronchi

È quotidiana la constatazione che c'è grandissima confusione riguardo cosa sia l'omeopatia, che cosa caratterizzi il medico omeopata, cosa si deve aspettare un paziente che chiede di essere curato da un medico omeopata. Molte v…

L'Omeopatia e le sue prime battaglie. Saperne di più per una scelta responsabile

Autori: Antonella Ronchi

Paolo Bellavite ha curato la traduzione, le note e la presentazione di questo piccolo, interessante libro francese il cui titolo originale è L'omeopatia e i suoi aggressori. Il titolo originale mette senza tanti complimenti …

Omeopatia: conoscersi, curarsi, guarire (Recensione)

Lo trovi in: Estratti Libri - Recensioni

Autori: Antonella Ronchi

Credo che tutti i medici omeopati si siano trovati davanti alla necessità di dare spiegazioni ai loro pazienti riguardo alle caratteristiche della medicina omeopatica. Ciascuno trova un suo metodo: c'è chi fa una spiegazione v…

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione